Scuola

la scuola in comune

In una società civile le istituzioni devono promuovere lo sviluppo umano e sociale dell’uomo, sviluppando al massimo le sue capacità di intelligenza, di elaborazione, di inventiva perché possa contribuire alla crescita della società.

Per perseguire tali obiettivi, la scuola deve trasmettere conoscenze e valori, nel rispetto delle potenzialità individuali e dei cambiamenti culturali in atto: le modalità di accesso alle informazioni sono cambiate per giovani e adulti, perciò è necessaria un’azione sinergica tra le realtà educative del territorio, in modo da creare un apprendimento responsabile e condiviso tra generazioni. Soprattutto l’amministrazione comunale deve riappropriarsi della sua funzione formativa e sostenere progetti per trasformare la scuola del presente in scuola del futuro.

Per questo proponiamo, in partecipazione a reti provinciali o a progetti dell’Azienda Socio-Sanitaria, di:

  • ripristinare l’Asilo Nido Comunale presso Villa Elena, visto che la struttura già dispone degli spazi e delle attrezzature idonee;
  • aumentare i finanziamenti rivolti ai progetti di ampliamento dell’offerta formativa in ogni ordine di scuola (recupero delle abilità di base, potenziamento della lingua italiana o delle lingue straniere, attività di educazione ambientale…);
  • introdurre il Consiglio Comunale dei ragazzi per attivare un senso di appartenenza ad una comunità in cui anche i più giovani, che detengono diritti e sono soggetti a doveri, possano assumersi responsabilità ed elaborare, in modalità partecipata, azioni volte al miglioramento delle comuni condizioni di vita;
  • attivare percorsi di sensibilizzazione all’uso consapevole dei media per tutta la comunità, in particolare sull’accesso all’informazione e sulla corretta comunicazione attraverso i nuovi media;
  • destinare ad un nuovo uso gli spazi adiacenti la scuola secondaria di primo grado di Calderano, ora adibiti a parcheggio, per realizzare aule da destinare alla didattica laboratoriale;
  • accrescere il numero degli ausiliari volontari che si occupano della vigilanza mattutina agli alunni nei diversi istituti scolastici, prima dell’arrivo degli insegnanti, sostenendoli nella loro mansione;
  • intervenire in modo tempestivo nelle emergenze dell’edilizia scolastica attraverso un costante aggiornamento dei criteri di sicurezza;
  • potenziare la presenza di strumentazioni informatiche nelle classi di Scuola Primaria e Secondaria, per rinnovare la didattica mediante nuove ed efficaci piattaforme digitali di apprendimento;
  • premiare il merito, sostenendo gli studenti più bravi;
  • verificare la qualità del servizio mensa al fine di evitare inutili sprechi, garantendo la qualità di prodotti biologici e a chilometri zero;
  • incrementare le corse gratuite dei mezzi di trasporto scolastici comunali all’interno dello spazio urbano ed extra-urbano, per potenziare le uscite sul territorio, per rendere bambini e ragazzi consapevoli del loro spazio di “vita” e “crescita”;
  • educare alla mobilità sostenibile, incrementando i sevizi di pedibus e “car pooling” scolastico, già attivi presso le scuole primarie comunali;
  • garantire la consueta collaborazione con le scuole paritarie del Comune;

    ESSERCI-simbolo  Pubblicato 20 Aprile 2014

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *