La Tribuna di Treviso 11 Luglio 2014

Gaiarine, l’opposizione “sposa” Masih.

GAIARINE «Che cosa è rimasto di quella che si chiama morale, se un accordo firmato e sottoscritto da diversi esponenti rimane solo un pezzo di carta e non implica il rispetto degli impegni presi e la propria lealtà di fronte ad essi?». Questa è la riflessione di Federica Capuzzo, capogruppo di Esserci, sulla questione dell’accordo firmato ma non rispettato tra Lega e Pdl, che ha visto l’estromissione del medico di origini pakistane Ashraf Masih. «Non entro nel merito dell’accordo», è un passo della lunga riflessione di Capuzzo, « vorrei solo sottolineare che ci sono principi e valori, quali la lealtà e l’onestà che a mio avviso devono sempre dirigere l’azione di chi presiede certe cariche politiche. E questi principi si esplicano con il dare l’esempio, il buon esempio. Una persona del paese mi ha detto “tu sei ancora giovane, questa è la politica”. Questa non è la mia politica, per me è anche mantenere la parola data». L’accordo pre elettorale prevedeva l’entrata di Masih nella giunta se fosse arrivata la vittoria del gruppo che ha sostenuto Mario Cappellotto. (di.b.)

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *