Centro Infanzia di Villa Elena e dintorni(2)

Scusate per il ritardo con cui mi faccio vivo, ma oggi sono stato impegnato, e solo ora sono davanti al computer.
Per non avere documenti sparsi nel blog pubblico:

- La lettera del 28 Luglio 2011 inviata ai genitori del Centro Infanzia da parte della “Cooperativa insieme si può” contenente la conferma di partecipazione al bando.
- La lettera del 11 Novembre 2011 inviata ai genitori del Centro Infanzia e al Sindaco di Gaiarine da parte della “Cooperativa insieme si può” contenente la motivazione di non partecipazione alla gara del Comune diGaiarine. Lettera già agganciata nel suo commento da Enrico (che ringrazio per la sua tempestività)

Non siamo ancora in possesso del Bando, documento importantissimo per determinare le responsabilità o corresponsabilità degli attori di questa vicenda ancor più importante dato che leggo nella lettera del 11 Novembre 2011 Ritengo doveroso ribadire che la Cooperativa non ha partecipato alla gara bandita dal Comune di Gaiarine il 27 Luglio 2011 (per il periodo 01 Settembre 2011 — 31 Agosto 2017), a causa dell’assoluta inadeguatezza del corrispettivo economico per il servizio , come io stessa ho avuto modo di illustrare all’Assemblea dei Genitori il 29 Agosto 2011 presso il centro Infanzia Villa Elena

Questo significherebbe che pur essendoci la volontà di proseguire il servizio per sei anni le condizioni del bando erano tali, dal punto di vista economico, da non permettere l’accettazione da parte della “Cooperativa insieme si può” delle condizioni del bando stesso.

Se così fosse, cioè la presenza di condizioni inaccettabili per la Cooperativa, questo farebbe ricadere la responsabilità sull’Amministrazione di Gaiarine, ma con certezza lo potremmo sapere solo conoscendo effettivamente quali siano state le condizioni richieste, che potranno essere conosciute dai genitori richiedendole al sindaco nella riunione di martedì e che potranno essere messe a conoscenza di tutti i cittadini di Gaiarine e non solo nel Consiglio straordinario che i Consiglieri di minoranza hanno richiesto.

Resto della opinione (magari errata che ho già espresso nel post precedente) che sia iniziata una trattativa e che poi questa si sia trasformata in una situazione di “muro contro muro” e che alla fine l’Amministrazione di Gaiarine sia rimasta “con il cerino accesso in mano”, di qui gli atti successivi, con tutto quello che questi comportano e comporteranno

Quello che si può dedurre in modo certo, visti anche i commenti, è che siamo di fronte ad una totale mancanza di trasparenza, mancanza da addebitare sia alla Cooperativa sia Amministrazione di Gaiarine.

In ogni caso ora siamo in presenza di una situazione che ha del paradossale: famiglie messe nelle condizioni dal 1 dicembre (quindi ad anno scolastico iniziato da tre mesi) di non avere più il servizio che in varie forme era stato loro assicurato.

Cosa fare?
Mettere in campo tutte le forze della società civile di Gaiarine e degli altri comuni interessati per opporsi con ogni mezzo lecito a questa situazione al fine di raggiungere dopo aver verificato da parte di una delegazione dei genitori le condizioni economiche del bando precedente, la pubblicazione di un nuovo bando che abbia condizioni economiche diverse ed accettabili dalla “Cooperativa insieme si può” e che sia aperto a tutti gli altri soggetti in grado di svolgere queste servizio.

La giunta comunale ha già fatto dei passi per inserire nel 2012 il Centro Infanzia all’interno dell’Istituto Comprensivo?

Per degli Amministratori che abbiano veramente a cuore, non solo a parole, i problemi di questi genitori è cosa di poco conto ritornare sui propri passi, anche perché la competenza di tali scelte spetterebbe al Consiglio Comunale e non alla giunta, come ricordato dal Consigliere Rosada nel suo commento sul Centro Infanzia.

Il gruppo Fora x Fora è a disposizione per supportare qualsiasi azione democratica che abbia per obbiettivo la continuazione del servizio del Centro Infanzia di Villa Elena.

Condivi
PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

6 pensieri su “Centro Infanzia di Villa Elena e dintorni(2)

  1. vista la libera interpretazione (al 33%) dei precedenti verbali del consiglio comunale sarà opportuna la presenza fisica in sala poichè come è stato scritto «Non capite ancora e non comprendete? Avete il cuore indurito? Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite?»
    in quanto al piccione viaggiatore mi pare che il Roby dimostri più stizza che coraggio..
    e sul coraggio don abbondio docet..
    amen!

  2. Qualcuno sa qualcosa dell’esito della riunione a porte chiuse di ieri sera ad Albina? E se sa, può parlarne e farlo conoscere alla comunità? La sorte del Centro Infanzia non è questione che interessa solo ai genitori coinvolti in questo momento!Il blog non ha facoltà di incidere sulle decisioni del sindaco e della cooperativa, ma può fungere da collettore e divulgatore di interrogativi e di risposte.

  3. egregio roby,
    vedo dal suo ultimo commento che è molto preciso e dettagliato nel riportare virgolettati, considerazioni, indicazioni, suggerimenti, esortazioni, con impegno e dialettica apprezzabile e apprezzata..
    impegno che merita quindi di passare dalle parole ai fatti..
    e viene spontaneo pensare a lei, signore, che conosce la situazione e i protagonisti, ha in mente iniziative e proposte, e potrebbe proprio per questo essere il moderatore che sta cercando..
    Dia l’esempio quindi e coltivi in prima persona la sua autostima senza bisogno di intermediari, eletti o dirigenti!
    Autostima: Considerazione che un individuo ha di sé stesso, rispetto agli altri o alla situazione in cui si trova.
    Mi creda: è terapeutico darsi da fare, presenziare, organizzare, telefonare, scrivere, contattare, fotocopiare, discutere, convincere, convocare, coinvolgere, raccoglier firme, indire riunioni e assemblee..
    Questa, signore, è partecipazione..
    Questa, signore, è cittadinanza..
    Questa, signore, è libertà!
    E sarà per noi motivo di soddisfazione l’aver conquistato alla pubblica utilità e al bene comune un altro cittadino.

    p.s. ultim’ora: le voci si rincorrono, una mamma ha saputo per certo dalla fonte più adeguata (la viva voce del sindaco) che quel che scrivono giornali (e blog) son tutte balle, la scuola rimarrà aperta e anche con le stesse insegnanti.. ma subito dopo si sparge la voce che sarà una nuova cooperativa di treviso ad avere la gestione delle attività.. voi avete novità?

  4. Apprezzo che in concittadino Renzo si distingua nelle argomentazioni.

    E bene fà a ripartire con una nuova pagina.
    E bene farà, o faranno, a chiedere dettagliate argomentazioni al Sindaco sullo stato degli eventi, sulle passate contestualizzazioni e sulle future dinamiche di percorso.
    Il non plus ultra sarebbe un confrontino all’americana tra la Leuratti ed il Sonego con tanto di clessidra segnatempo.

    Detto questo rimane ancora una domanda a cui rispondere.
    E riporto virgolettate la richiesta dei genitori raccomandata alla Cooperativa :

    “ di rassicurare, entro 7 giorni dal ricevimento della presente, che sarà onorato il Servizio Educativo per l’anno scolastico in corso 2011-2012, attenendosi agli obblighi derivanti dall’art. 7 del Contratto formalizzato e sottoscritto in occasione della quietanza della iscrizione, con rispetto del calendario di cui all’art. 4, considerato inoltre che il Servizio risulta già avviato e che non risultano inadempienze a carico delle Famiglie ai sensi dell’art. 9 ”

    E’ evidente che :
    1) Regolarizzata la iscrizione;
    2) Regolarizzato il contrattino;
    3) Avviato il servizio;
    4) Pagate le rette indicate.

    La ISP dovrà pur prendersi il DOVERE di onorare il DIRITTO dei bambini e non rifiutare il piatto al quale ha banchettato per ben 2 lustri, riconoscendogli pure le esigenze dell’impresa.

    Perché, vivaddio, credo sia l’unico asilo della Nazione a chiudere il 30 novembre !

    A questo punto viene da chiedere se c’è qualche moderatore che, per capacità o per carisma o per sua personale conoscenza, possa far interloquire ragionevolmente le parti in gioco.

    Abbiamo bisogno, in questo generalizzato momento, che coloro a cui spetta il compito di dirigere, rappresentare o anche di controbattere, contribuiscano fattivamente a rappresentare i cittadini e la collettività in ogni ordine e grado.

    Se anche da questo sito si trovassero PERSONE pronte ad elevarsi ancora un po’ e a fare lo scatto, ecco che si potrà dare il via a qualcosa di costruttivo, che farà senz’altro bene all’autostima di tutti.

    SIGNORI OVUNQUE ELETTI BATTETE UN COLPO.

    Se poi mi si rispondesse che questo blog è solo ad uso e consumo di, nell’ordine, amministratori, affezionati, informatici, chiacchieroni e brontoloni allora vorrà dire che si potrà rimpiangere il vecchio morse o i piccioni viaggiatori che nel ’44 portavano informazioni stringate e ordini esecutivi in ogni dove al mondo.

    PASSO E NON CHIUDO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *