E pur si muove, in qualche caso si .. in qualche caso no….

Chissà se è merito dei cittadine/i del nostro Comune che si stanno mobilitando o degli organi di stampa o nostro (dei nostri post e dei nostri commenti), fatto sta che del problema del traffico, della sua pericolosità, dell’inquinamento che provoca, della necessità di avere una presenza più assidua dei vigili sulle nostre strade si è cominciato a dibattere e non solo… e così qualcosa pur si muove: lunedì mattina i vigili erano presenti in via dei Fracassi con tanto di Autovelox.

Eureka, eureka.
Forse se si mettono di impegno il nostro Comune potrà assomigliare un po’ meno a quel famoso Far West dove tutti (leggi automobilisti) si fanno giustizia da soli…., ma il lavoro da fare è ancora molto..

Lunedì mattina,Via Brugnera, ore 8.45: una punto rossa supera un trattore in semicurva a circa 120 Km orari.
Lunedì sera, via per Sacile, ore 19.20: un Audi supera, all’altezza dell’incrocio con via Palù (in pieno centro abitato) uno dei Fora par Fora che andava a trenta all’ora; velocità alla semicurva davanti alla vecchia fabbrica Jesse circa 100 all’ora, brusca frenata, sbandata, contro sterzo … e via, come in pista.

Sperando che la presenza dei Vigili non sia un fuoco di paglia e che la sicurezza dei pedoni e ciclisti sia davvero una priorità, li incoraggiamo a continuare e ad incrementare il loro lavoro di controllo sulle nostre strade.

Nulla si muove, invece, sul fronte “dell’aria che respiriamo”.

E’ dal 2006, anno del monitoraggio Arpav (ne abbiamo già parlato su questo blog), che l’amministrazione conosce la situazione della cattiva qualità dell’aria del Comune e in tutto questo tempo cosa ha fatto?

Ha partecipato, sicuramente, agli incontri (non a tutti) del Tavolo Tecnico Zonale per la Tutela e Risanamento dell’Atmosfera avviato dalla Provincia fin dal 2005, ( a questo indirizzo
http://ecologia.provincia.treviso.it/comunicazioni.asp?idunita=1 potete trovare tutte le informazioni relative a questo Tavolo Tecnico, studi, documenti, verbali degli incontri, ecc), ma vorremmo sapere se l’Amministrazione ha anche ottemperato a quanto deciso in quel tavolo e cioè se ha presentato un Piano di Azione Comunale di Risanamento dell’Aria e se si, quali misure del piano presentato sono state attuate, oltre alla ormai famosa Pedalata Ecologica?.

Leggete questo estratto del verbale del 29/05/2007 del Tavolo Tecnico Provinciale per il Risanamento dell’Atmosfera; tenete presente, nel leggerlo, che il Comune di Gaiarine è stato classificato in classe A.

“I Comuni della provincia che hanno l’obbligo per legge di presentare i Piani d’Azione sono 81, quelli cioè classificati in classe A. Di questi ne sono pervenuti 21, di cui due in classe C per cui non obbligati a presentare il Piano.
La dott.ssa Memo informa i presenti che la Provincia prenderà visione formale dei piani presentati dandone comunicazione scritta ai Comuni interessati e invita gli stessi Comuni che hanno presentato il Piano quest’anno, alla prossima scadenza fissata per il 31/01/2009, di evidenziare le misure che sono state attuate rispetto a quanto presentato ora ed eventualmente aggiornare il Piano.
I Comuni che non hanno ancora provveduto ad inviare il proprio Piano di Azione Comunale vengono sollecitati a farlo entro il 31/07/2008, seguirà anche comunicazione di sollecito scritta da parte della Provincia.”

Pensiamo che i cittadini di Gaiarine meritino qualche esaustiva risposta anche perchè è in gioco la loro salute.

Condivi
PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current ye@r *