Convocazione Consiglio Comunale: Martedì 9 aprile 2019

Immagine

ll Consiglio Comunale è convocato per il giorno di Martedì 9 Aprile 2019 alle ore 19.00 in seduta ordinaria pubblica di prima convocazione nella sala della sede municipale con il seguente ordine del giorno:

1. APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA DEL 30 NOVEMBRE 2018 (N. 36 E N. 37);
2. APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA DEL 27 DICEMBRE 2018 (DAL N. 38 AL N. 45);
3. ESAME OSSERVAZIONI, CONTRODEDUZIONI – APPROVAZIONE VARIANTE
URBANISTICA SUAP AI SENSI DEL D.P.R. 160/2010 E L.R. 55/2012 PER
L’AMPLIAMENTO DI ATTIVITA’ PRODUTTIVA. DITTA ALF UNO SPA;
4. AMPLIAMENTO ATTIVITA’ PRODUTTIVA AI SENSI ART. 3 L.R. 55/2012 ED ART. 7
D.P.R. 160/2010. APPROVAZIONE PROGETTO IN DEROGA AI SENSI ART. 3 L.R.
55/2012. DITTA IMMOBILIARE CIEFFE DI CARRER BRUNO & S.A.S. – CARRER
S.N.C.  DI CARRER BRUNO & C. – FRAER LEASING SPA;
5. APPROVAZIONE DELLA 1^ VARIANTE AL PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO
(P.A.T.) AI SENSI DELL’ART. 14 DELLA L.R. 14/2017. ADEGUAMENTO ALLE
DISPOSIZIONI DELLA L.R. 6 GIUGNO 2017 N. 14 E ALLA D.G.R.V. N. 668 DEL
15.05.2018;
6. CONVENZIONE PER LA DELEGA DELL’ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA
DI TUTELA MINORILE E ISTITUZIONE DEL NUOVO SERVIZIO “PROTEZIONE E
TUTELA MINORI” GESTITO DALL’AZIENDA ULSS2 MARCA TREVIGIANADISTRETTO
PIEVE DI SOLIGO;
7. COSTITUZIONE DIRITTO DI SERVITU’ DI ELETRODOTTO IN CAVO INTERRATO A
FAVORE DI E-DISTRIBUZIONE SPA SU AREA COMUNALE ADIBITA A AREA A
PARCO PER IL GIOCO E LO SPORT, SITA IN VIA CAMPEI A CAMPOMOLINO;
8. RATIFICA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 22.02.2019 AVENTE AD
OGGETTO “VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2019/2021 E AL PEG
2019/2021 AI SENSI DELL’ART. 175 C. 4 DEL D. LGS. 267/2000”;
9. RATIFICA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 36 DELL’8.03.2019 AVENTE AD
OGGETTO “VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2019/2021 E AL PEG
2019/2021 AI SENSI DELL’ART. 175 C.4 DEL D. LGS. 267/2000”;
10. DISTACCAMENTO VOLONTARIO DEI VIGILI DEL FUOCO DI GAIARINE.
APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE 2019/2023;
11. RI-APPROVAZIONE SCHEMI DI BILANCIO CONSOLIDATO;
12. APPROVAZIONE PROPOSTA DI ACCORDO GENERALI ITALIA SPA E CRIAL SAS;
13. NOMINA COMITATO DI GESTIONE DELLA BIBLIOTECA PER IL TRIENNIO
2019/2021.

Condivi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Consiglio comunale giovedì 27 dicembre 2018: La Cronaca (2° parte)

Immagine

se vuoi leggere la prima parte  clicca qui

prima di continuare la cronaca del consiglio vogliamo riprendere brevemente quanto dai noi riportato, nella prima parte che potete leggere qui, in relazione all’incontro “di ordine pubblico” avvenuto giovedì 27 dicembre “in una casa privata”.

Il segretario della sezione di gaiarine della “lega salvini premier“, giuseppe fantuz, che ha ospitato la riunione sembra si sia offeso per le troppe polemiche sorte anche in consiglio comunale e risentito abbia anche abbandonato il gruppo whastapp “aiuto“, formato dai cittadini per passarsi informazioni sui furti e per aiutarsi nella “vigilanza”. 

Va sottolineato però, anche se non ce ne sarebbe bisogno perché ovvio, che l’unico modo per non far assumere a quell’incontro, in qualsiasi posto fosse avvenuto, una valenza non “partitica” e conseguentemente non dar luogo a polemiche, sarebbe stato avere la presenza del sindaco, in quanto, dal momento della sua elezione, egli  rappresenta, volenti o nolenti, l’intera comunità e non un partito politico.

Quindi chi si è comportato in modo diverso ha sbagliato.

fuffaTutto il resto è fuffa e finti piagnistei dopo però aver raggiunto lo scopo elettoralistico.

 Ci sono, poi, delle voci contraddittorie. Alcune di esse dicono che il sindaco fosse stato avvisato della riunione addirittura dal maresciallo e forse da questi anche invitato a parteciparvi.
Questo fatto non è emerso in consiglio comunale anzi le parole del sindaco hanno fatto intendere il contrario, comunque se così fosse il sindaco, pur non mentendo, avrebbe sottaciuto alcuni particolari importanti della vicenda, e questo lo renderebbe ancora una volta poco trasparente.

La verità non la sapremo mai e comunque ad ognuno di voi  le conclusioni sull’intera vicenda.

1.DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L’APPLICAZIONE
DELL’IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA “IMU” PER L’ANNO 2019;
espone il sindacotto facendo presente che le aliquote imu nel 2019 saranno le stesse del 2018, e cercando di prevenire le critiche delle minoranze (con fare spiritoso) … «… come dicono sempre i consiglieri di minoranza … è un copia e incolla dell’anno scorso …» …

… prende la parola il consigliere bressan … «… volevo chiedere riguardo a questo punto e anche al prossimo… ho appreso dalla stampa che nella manovra (legge finanziaria in discussione in parlamento) potrebbe essere introdotta l’unificazione della tasi e dellimu … se questo avvenisse dobbiamo tornare in consiglio sia per l’imu che la tasi?… inoltre nel maxiemendamento della manovra verrebbe data la possibilità di approvare il bilancio entro il 28 di febbraio 2019 … allora non era forse il caso di aspettare? …» …
… risponde l’assessore de zan
… «… ho sentito anch’io … ma per avere certezze dovremmo aspettare gennaio e forse più avanti … per ora rimane così fino alla prima rata di giugno … poi si vedrà …»…
andreetta
… «… era stata istituita l’anno scorso la commissione che doveva rivedere le tariffe … non sappiamo i risultati … sembrerebbe aver confermato …» …
sindacotto … «… abbiamo avuto la relazione … abbiamo preso visione … ma l’amministrazione ha confermato per il prossimo anno le aliquote …» …
de zan «… mancherebbe ancora uno step …l’aggiornamento con il piano degli interventi … si andrebbe a toccare delle zone urbanistiche … allora abbiamo deciso di lasciare così …» …
… il consigliere bressan presenta un emendamento e lo introduce dicendo che è la sesta volta che questa amministrazione approva un bilancio e che per la sesta volta si deve prendere atto che non vi è nessuna volontà di aumentare la giustizia sociale nel comune recuperando risorse da chi possiede di più e distribuirle a chi ne ha di meno   … per far questo propone di alzare le aliquote dal 4 al 6 per mille delle abitazioni principali di categoria A1, A6 e A8 e loro pertinenza …
… la consigliera capuzzzo chiede … «… sappiamo quante sono queste abitazioni? …» …
de zan
… «… pochissime … il gettino sarebbe molto poco … » …
 … bressan … «… è un segnale politico … che il nostro gruppo politico in questi cinque anni ha sempre proposto …» …
andreetta
… «… io ero per rivedere tutto l’impianto dei tributi locali … però questo emendamento è condivisibile … io voterò a favore …» …

Si vota l’emendamento.
maggioranza contraria.
Andreetta, Bressan, Capuzzo favorevoli.
Gava astenuta.

Prende la parola il consigliere bressan per la dichiarazioni di voto … «… è il sela-sesta-volta-che-molotov-è-morto-websto bilancio che votiamo … e sarà la sesta volta che la maggioranza voterà da sola … » … e fa l’excursus delle aliquote imu per le varie categorie dal 2014 al 2018 … «… 2019 le stesse… e ricordo che sono le stesse del 2012 e del 2013… purtroppo di fronte a questo tocca anche a noi ripeterci … questa maggioranza non tiene conto di nessun suggerimento proveniente dalle opposizioni … guardando il bilancio le aliquote imu sono sganciate da una riflessione sinergica con la tasi …è stata persa poco fa un’occasione di ridurre il carico fiscale delle fasce più deboli … si poteva alzare le aliquote per le categorie a1,a8, e a9 abbassandole per gli altri fabbricati … anche perché le case signorili hanno un carico fiscale tra imu e tasi più basso delle altre categorie … solo del 6 per mille … e anche se sono poche … si poteva dare un segnale per i cittadini …  ma si guarda all’interesse di pochi … voto contrario … » …
… prende la parola andreetta … «… sono contento che abbia usato il termine copia/incolla … » …
sindacotto … «… si … vi ho anticipato …» …
andreetta
«… piuttosto che peggiorare meglio il copia/incolla … sarebbe stato il caso di mettere mano all’intero impianto della fiscalità comunale. … mi dispiace che ci sia una commissione formata di soli tecnici … ribadisco che in tale commissione sarebbe giusto che si fosse anche una rappresentanza politica, minoranza e maggioranza, … invece ci lavorano solo i tecnici senza i capigruppo … ribadisco che non è così che si lavora … voterò contro …» …
sindacotto (con un tentativo mal riuscito di “satira” politica) … «… nel prossimo mandato prenderò in considerazione le aliquote …» …
cattiva
 ma non aveva detto pubblicamente  che non si ripresentava alle elezioni?
per l’amor di dio il comune di gaiarine ha già dato … bastano e
avanzano 5 anni di questo sindaco e di questa ammnistrazione  

Si vota.
Maggioranza favorevole.
Andreetta, Bressan, Capuzzo, Gava contrari.

2. DETERMINAZIONE ALIQUOTE PER L’APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) PER L’ANNO 2019;
… prende la parola il consigliere bressan chiedendo che almeno vengano illustrate le voci delle “missioni” …
… la de zan legge i costi relatimissionevi per le ogni singola “missione”…
… vi è qualche richiesta di chiarimento da parte di bressan soprattutto relativa alla “missione 12 diritti sociali, politiche sociali e famiglia” … dove sembra ci sia uno scostamento di circa 90.000 euro rispetto all’anno precedente … si tratta delle rette per le case di riposo … si discute un po’ tra bressan e de zan essendoci qualche incomprensione ma alla fine si giunge a conclusione che lo scostamento è dovuto al fatto che il bilancio previsionale del 2018 era stato approvato a febbraio del 2018 e non a dicembre dell’anno precedente come avviene per questo in approvazione, quindi giocano due mesi e più di costi per le rette … interviene anche la consigliera capuzzo contribuendo a chiarire il punto …
bressan riprende la parola e presenta un emendamento facendo una premessa analoga a quella fatta nella presentazione del precedente
«… per la sesta volta siamo chiamati a votare il bilancio di previsione del comune di gaiarine … e per la sesta volta prendiamo atto della non volontà di dare dei segnali per aumentare l’equità sociale … recuperando risorse da chi possiede di più ed aiutare chi possiede di meno … le case signorili come abbiamo già visto hanno una pressione media bassa per cui proponiamo di alzare per le categorie a1, a8, a9 … le aliquote dal 2 al 4 per mille
» andreetta si dice favorevole con le stesse motivazioni espresse per quello precedente …

Si vota l’emendamento.
De Zan e Fellet votano a favore e allora viene ripetuta la votazione
maggioranza contraria(anche De Zan e Fellet)
Andreetta, Bressan, Capuzzo favorevoli
Gava astenuta

chi sa se la de zan e fellet si erano perduti nei meandri dei sogni oppure ritenevano l’emendamento “giusto”? Anche questo non lo sapremo mai, purtroppo.

…per la sua dichiarazione di voto riprende la parola bressan … «… precedentemente abbiamo evidenziato come se ci fosse una visione strategica i provvedimenti annessi al bilancio dovrebbe avere una visione sinergica… l’imu e la tasi sono due imposte connesse … non si è voluttasio fare per la sesta volta nessuna variazione …»
… continua facendo il riepilogo delle aliquote tasi dal 2014 al 2019 che sono state mantenute sempre uguali … ricorda … «… sono passati dieci mesi dalla nomina della commissione … e probabilmente la commissione è arrivata a considerazioni diverse sulla tassazione delle aree residenziali … ma il tutto è stata accantonato in previsione della prossima campagna elettorale … non importa se le case signorili sono poche … cambiare le aliquote… poteva essere un segnale per i nostri cittadini … ma si guarda all’interesse di pochi a discapito di molti … voto contrario … » …

andreetta … «… sarò breve … le argomentazioni sono le stesse del punto precedente … stigmatizzo questo modo di fare … non affrontare il problema in maniera organica … mantenere le minoranze al di fuori da qualsiasi discussione …» …

Si vota.
Maggioranza favorevole.
Andreetta, Bressan, Capuzzo e Gava contrari

 3. APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA BIENNALE DEGLI ACQUISTI DEI BENI E SERVIZI 2019/2020;

viene chiesta l’illustrazione del punto e la de zan chiarisce che si tratta degli acquisti di due servizi … la fornitura dell’energia elettrica e del servizio assicurativo …
… «… relativamente all’energia elettrica sono stati stanziati a bilancio 220.000 euro e questa cifra esce da un calcolo del consumo previsionale in chilowattora moltiplicato per il costo del chilowattora determinato dalla consip più l’iva … la spesa per i servizi assicurativi e di circa 43.000 euro un po’ in più rispetto allo scorso anno in quanto viene rifatta la gara e tre/quattro mila euro andranno come commissione alla provincia (stazione unica appaltante) che la predisporrà …» …
… prende la parola il consigliere bressan chiedendo come mai quest’anno viene messa all’ordine del giorno del consiglio questa delibera mentre l’anno scorso la delibera era semplicemente un allegato al bilancio …
… risponde il segreventiduevirgolazero% chiarendo che allo stesso modo con cui  era stato introdotto dagli anni novanta l’obbligo di portare in consiglio comunale il “programma opere pubbliche” così da quest’anno è diventato obbligatorio portare anche il” programma biennale degli acquisti” che negli anni precedenti veniva approvato tramite una delibera giunta … spiega poi che ci sono due scuole di pensiero … una più vecchia di chi preferisce portare in discussione in consiglio le delibere obbligatorie che compongono il bilancio (quindi vari punti all’ordine del giorno ) e una più moderna di chi invece porta in discussione un solo punto e cioè il bilancio con annessi e connessi …   dichiara che per lui è meglio adottare il metodo vecchio e cioè portare in discussione tutti i punti perché così si comprendono meglio i vari dettagli del bilancio…
… interviene la consigliera capuzzo chiedendo se sopra i 40.000 euro di spesa ci siano solo gli acquisti del servizio elettrico e assicurativo …
… il segreventiduevirgolazero% risponde di si …
andreetta «… quindi passaggio in consiglio solo per quelli superiori a 40..000 euro…» …
segreventiduevirgolazero% … «… così dice la legge …» …
andeetta si chiede e chiede che senso abbia approvare un piano di acquisti di questi servizi quando si è detto che il dup è “sopra di tutto” e di fatto contiene già questi acquisti e viene richiesto l’intervento del revisore che siede tra la maggioranza…
… «…si c’è questo obbligo di approvare quegli acquisti di beni e servizi che in un’unica soluzione superino i 40.000 … gli uffici mi hanno sottoposto questi due … » …
andreetta … «…e il gas …» ….
segreventiduevirgolazero% … «… è in convenzione …» …
revisore … «… una considerazione personale … la facinorosità in questi ultimi anni delle leggi di bilancio è una cosa improponibile … non si riesce più a star dietro … mi impegno a verificare se ci fossero altri servizi soggetti e questo obbligo …» …
capuzzo … «… dato questo nuovo obbligo sarebbe interessante verificare se ci siano altri beni o servizi soggetti …» …
bressan
«… nella delibera di giunta dell’anno scorso c’era il trasporto scolastico la ristorazione … e avevano durate diverse volevo chiedere che durata avranno questi … » …
segreventiduevirgolazero% … «… sono appalti consip … seguiranno la durata stabilita da consip …» …
andeetta … «… dichiaro il mio voto di astensione viste le considerazioni del segretario e del revisore che ci hanno chiarito che è un obbligo … però si arriva sempre li … se in consiglio si vogliono far passare questi elementi di dettaglio … allora bisognerebbe parlarne prima … se no siamo costretti a votare contro … questa volta va così … ma la prossima che mi pare tra l’altro che lei non si sarà … ma se ci fosse (intendeva dire che il sindaco non ci ripresenterà alle prossime elezioni) … e andasse così voterei contro …» …

Si vota.
Maggioranza favorevole.
Bressane Capuzzo contrari.
Andreetta e Gava astenuti.

Prima di passare alla discussione del quarto punto all’ordine del giorno il sindacotto chiede se è possibile discutere prima il 7° punto in quanto il dott. baseotto, tecnico estensore della variante, presente in sala per eventuali domande e chiarimenti, ha un altro impegno…

Si vota la variazione dell’ordine del giorno.
Tutti favorevoli.

si passa quindi alla presentazione e discussione del 7° punto…

7. ADOZIONE DELLA 1^ VARIANTE AL PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO (P.A.T.) AI SENSI DELL’ART. 14 DELLA L.R. 14/2017 – ADEGUAMENTO ALLE DISPOSIZIONI DELLA L.R. 6 GIUGNO 2017 N. 14 E ALLA D.G.R.V. N. 668 DEL 15.05.2018;
… il sindacotto … «… mi sembra di capire che è una adozione dovuta … ( cioè non sa di cosa si parlerà) imposta dalla regione veneto … se avete delle domande …» …
… la consigliera capuzzo chiede … «… entro quando questa variante deve essere approvata ?…» …
baseotto «… l’iter per adeguamento del “consumo del suolo” e cioè adeguamento del PAT e del PI e del regolamento edilizio deve essere concluso entro novembre 2019 … ma se si vogliono rispettare i tempi bisogna darsi da fare …» …
capuzzo
«… faccio una considerazione … essendo una cosa estremamente importante … mi aspettavo almeno una volta in quasi cinque anni una convocazione della conferenza dei capogruppo … per capire tecnicamente … io non ho li strumenti per interpretare questi documenti … e mi aspettavo che qualcuno mi spiegasse e non in un consiglio con otto punti all’ordine del giorno …»
baseotto
spiega che la legge regionale 14 del giugno 2017 ha imposto che entro 2050 il consumo del suolo dovrà essere zero e per raggiungere questo obbiettivo la regione aveva chiesto a tutti i comuni i dati previsti dai piani regolatori con quanto realizzato e quanto ancora da realizzare in termini urbanistici …
… continua spiegando che dopo aver analizzato questi dati la regione ha deciso per tutti i comuni una riduzione del 40% del suolo “consumabile” previsto dai piani e ulteriori riduzioni in presenza di zone sismiche, di rischio idraulico, di alta densità abitativa, ecc.… così facendo ha determinaterritorioto per gaiarine un consumo di suolo potenziale massimo nei prossimi 50 anni di 11 ettari, precisa che questo nuovo dato dovrà essere inserito nel piano di assetto del territorio PAT sostituendo quello relativo alla SAU
capuzzo «… ho 11 ettari di terreno agricolo che potrò trasformare ?…» …
baseotto «… si e le aree saranno messe a bando con evidenza pubblica … » …
capuzzo
«… il comune può sfruttarli tutti subito? … e decidere la tempistica? …» …
baseotto «… si è a discrezione del comune può essere tutto o niente o in parte … »
andreetta
… «… ma poi ci sono le deroghe … » tesoretto
baseotto … «… la regione si è riservata un tesoretto che si gestirà … attualmente mancano gli atti di indirizzo … hanno un tesoretto di 80.000 ettari … poi c’è il “piano casa” … le deroghe degli “sportelli unici” … » …
andreetta
«… quindi questi non andranno ad erodere qui 11 ettari ? … »
baseotto …… «… no… » …
andreetta
… «… quindi 11 ettari + deroghe + tesoretto … »
fellet … chiarisce che se un privato ha necessità di costruire può usare un solo strumento, per esempio piano casa, non può usarne più di uno …
… c’è uno scambio di vedute tra fellet, capuzzo andreetta e baseotto sul piano casa, sul “tesoretto” della regione, sul PI sul PAT, ecc.  finché non interviene bressan che chiede se i 10.000 euro tolti nella variazione di bilancio di ottobre e diventati 15.000 il mese dopo erano relativi alla predisposizione di questa variante …
… il sindacotto risponde di si…
bressan … «… come già detto dalla collega capuzzo … vista l’importanza di questa variante … è importante conoscere prima i provvedimenti successivi … quindi darò un voto di astensione riservandomi di approfondire in fase di approvazione … » …
andreetta
«… volevo chiedere quanto c’è di adeguamento normativo imposto  da regolamenti superiori e quanto di scelta politica ?.. » …
baseotto … «… questa variante è totalmente dovuta per adeguarsi alle scelte regionali … » …
capuzzo
«… dovrei votare contraria perché trovo assurdo che non sia stata indetta almeno una conferenza dei capogruppo … invece mi asterrò … chiedo però un minimo di buon senso che porti a condividere queste cose con le minoranze … » …
… andreetta
«… condivido quanto detto dalla collega capuzzo e dal collega bressan e anch’io mi asterrò anche perché avremo modo di tornarci con l’approvazione … aggiungo che non dubito di quanto detto dal tecnico sul fatto che non ci sia scelta politica su questa variante … ma l’esperienza che ho avuto di questo consesso mi fa venire dei dubbi … » …

Si vota.
Maggioranza favorevole.
Andreetta, Bressane Capuzzo e Gava astenuti

 4. APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE
2019/2021 E DELL’ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PUBBLICI 2019;
… illustra il sindacotto … evidenziando che è stata prevista nel 2019 la realizzazione del “2° lotto della pista ciclabile gaiarine-albina” per una spesa complessiva di 250.000 euro e che sarà finanziata con un mutuo …
… la consigliera capuzzo chiede come mai quest’opera venga finanziata con mutuo quando il comune ha i soldi da poter spendere …
… risponde la de zan facendo presente che in questo momento non si può applicare l’avanzo di amministrazione e ricordando che forse nella finanziaria in approvazione in parlamento verrà tolto qualche vincolo e data la possibilità di finanziare opere anche con avanzo di amministrazione, se così sarà si procederà nei prossimi mesi a modificare il finanziamento di quest’opera …
bressan   …«… volevo fare la stessa domanda fatta dalla capuzzo … quindi possiamo   aspettarci di andare in variazione del tipo di finanziamento … volevo chiedere a che punto è il primo stralcio della pista cicliclabile gaiarina-albina …»…
risponde il sindacotto affermando che i lavori dovrebbero partire ai primi di gennaio … alchè andreetta ride e si innesca un siparietto tra andreetta e il sindacotto sul tracciato a zig zag di questo 1° lotto di pista ciclabile …
bressan   … «… leggendo questo piano triennale dell’opere pubbliche si cade nello sconforto … vuoto assoluto nessun idea da lanciare alla prossima amministrazione … in questo triennale non c’è nulla … per fortuna non ci sono cattedrali nel deserto … prendiamo atto della volontà di completare la pista ciclabile gaiarine-albina … opera che serve … anche se noi insieme alle altre opposizioni ne abbiamo sempre contestato il tracciato … ci preoccupa però che venga finanziata attraverso mutuo mettendo in difficoltà la prossima amministrazione … perché non valutare l’utilizzo di fondi europei … che mai vengono completamente utilizzati dal nostro paese ….   nel dup allegato al bilancio vi sono le linee programmatiche cioè il programma elettorale di questa maggioranza parolemina cantava parole parole parole … ma noi preferiamo dire promesse promesse promesse come il recupero del cinema di gaiarine progetto faraonico da un milione di euro … come il recupero dell’asilo di campomolino   per farne un centro civico … come le rampe della piazzola ecologica … come la realizzazione del 2° tratto della bretella di collegamento alla a28 per togliere il traffico dal centro di francenigo …come il depuratore … come gli allacciamenti fognari … come internet veloce   … ci consola che la politica del non progettare per la crescita del territorio è applicata a tutte le frazioni in una sorta di par condicio … voto contrario …»…
andreetta
chiede …… «… come mai vengano citate nel triennale delle opere pubbliche solo le opere sopra i 100.000 mentre negli anni scorsi anche opere minori … noi sappiamo che ci sono altre opere come l’illuminazione di strada delle paludi … come sappiamo che a settembre era stata pianificata l’illuminazione di via bocca de cal poi tolta ad ottobre e ora illuminazione ricomparsa in altra via … le chiedo le motivazioni di questi spostamenti …»…
sindacotto … «…perché la maggioranza ha deciso di fare così …»…
andreetta «…ma ci sarà un motivo per cui la maggioranza …» …
sindacotto … «…perché la maggioranza ha deciso di fare così …»…
solito siparietto con in sindacotto che non vuole dare spiegazioni, anzi che afferma di non essere obbligato a spiegare del perché siano stati spostati i soldi per l’illuminazione dalla via bocca de cal  a via delle paludi e poi ci si mette anche la de zan dicendo che l’illuminazione di via bocca de cal non è nel previsionale e quindi è un argomento non compreso nell’ordine del giorno…

… e questa proprio se la poteva risparmiare …
ritornando al sindacotto … ma viene da chiedersi dove pensa di essere: in un bar o in consiglio comunale? glielo chiediamo perché questo modo dibar fare lo qualifica più che come sindaco come un qualsiasi avventore strafottente di un bar qualsiasi che per darsi arie ed essere considerato “importante” dagli altri avventori fa finta di avere dei segreti che svelerà solo quando lo deciderà lui … il consiglio comunale è invece il luogo dove … ma lasciamo perdere non lo ha capito in cinque anni ed è scontato che non lo capirà neppure entro  fine mandato … dirà bene in seguito la capuzzo perché ci si trova in consiglio comunale …

sindacotto rivolto ad andreetta … «…vada avanti …»…
andreetta per la dichiarazione di voto …
«…faccio mie le considerazioni di bressan … le risorse possono essere di più o di meno ma ci vorrebbe una visione a medio o lungo termine … prendo atto che nel prossimo anno è in previsione il 2° stralcio della pista ciclabile … prendo atto che non si sa come sarà pagata … prendo atto che non si vuole dire di altre cose appellandosi al fatto che non sono all’ordine del giorno … a questa maggioranza manca qualcosa sul piano del confrontonon sono contrario alla pista ciclabile però ho le mie perplessità sul tracciato del 1° lotto e anche sui costi … comunque mi asterrò …se avrò l’onore di essere ancora qua quando si discuterà del progetto del 2° lotto e se questo sarà brutto come quello del 1°… cambierò atteggiamento …» …
… prende la parola la consigliera capuzzo per la sua dichiarazione di voto … «…sono solidale con il consigliere andeetta perché non stiamo amministrando roba “vostra” ma roba pubblica … è doveroso rispondere a una domanda come quella posta da andreetta … non capisco cosa ci sia da nascondere … trovo davvero scorretto rispondere in quel modo ad un consigliere di minoranza … faccio mie anche le considerazioni del collega bressan … sulla logica applicata da questa amministrazione che non riesce a vedere oltre l’anno … anche se il mandato scade tra qualche mese avere una visione un po’ più lunga soprattutto nella predisposizione del PI sarebbe stata una dimostrazione di impegno … vi è stata una totale miopia nel non utilizzare i fondi pubblici o europei … i fondi ci sono … non è facile accedervi ma bisogna prepararsi … preparare progetti e documenti magari con altri comuni … non abbiamo diritto solo noi ad avere certe cose ma anche i nostri figli … non fare vuol dire precludere la possibilità di avere servizi … abbiamo fatto degli incontri pubblici … e le cose dette dalle minoranze non sono state ascoltate … voterò contraria non alla pista ciclabile ma all’approccio che si ha … queste cose che sono importanti anche per i giovani di questo comune … » …
… la consigliera gava … «… lascia perplessi come vengono date certe risposte …mi metto nei panni degli abitanti della via bocca de cal che si sono visti togliere il progetto di illuminazione … qualcuno andrà a spiegare loro il perché … penso che fosse stato doveroso da parte sua spiegarci perché ha fatto certe scelte invece di altre … in modo che i cittadini che noi rappresentiamo possano sapere … per tutti questi motivi io voterò contraria … » …
sindacotto con tono polemico e prendendo in giro la cosnsigliera …«… guardi che stiamo parlando della pista ciclabile che va ad albina … va bene che un consigliere di albina voti contraria … è importante … è importantissimo va bene così …»…

Si vota.
Maggioranza favorevole.

 Andreetta astenuto.
Bressan Capuzzo e Gava contrari

5. DETERMINAZIONE IMPORTO GETTONI DI PRESENZA DA CORRISPONDERE AI CONSIGLIERI COMUNALI ANNO 2019;

sia bressan che capuzzo dichiarano di rinunciare al loro gettone di presenza e di destinarlo ai capitoli relativi al sociale e alla cultura

Si vota.
Maggioranza favorevole + Bressan, Capuzzo e Gava
Andreetta astenuto

6. ESAME ED APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2019/2021 E SUOI
ALLEGATI, DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) 2019/2021;

e siamo al clou della serata l’approvazione del bilancio di previsione la cui presentazione e discussione durerà complessivamente quasi tre ore, un tempo infinito
è vero che è l’atto fondamentale della programmazione del comune ma costringere la
de zan
a leggere voce per voce per circa un’ora le varie poste, anche se questa lettura è stata inframmezzata da varie domande, ci sembra una forma di sadismo in parte fine a se stessa e che non ha aiutato, tra l’altro, i pochi cittadini presenti a capire qualcosa di più … da parte nostra, pur avendo dodici pagine di appunti da tramutare in cronaca abbiamo deciso di evitare ai nostri affezionati lettori cabbasisiuna sicura rottura di “cabbasisi” e per questo vi faremo un sunto e vi esporremmo invece in modo dettagliato le dichiarazioni di voto finali
come gia detto la de zan legge voce per voce per quasi un’ora tutte le poste a bilancio … ci sono domande di andreetta … di capuzzo … di bressan alle quali la de zan risponde … … si assiste anche una delle solite risposte da bar del sindacotto «… comprelo ti …» rivolto ad andreetta che contestava la cifra delle spese condominiali del ex ufficio postale di albina non affittato da parecchi anni
… alla fine … il consigliere bressan mette in luce le molte discrepanze presenti nei documenti di supporto al bilancio, errori, cifre che non coincidono … evidenzia come il dup sembra essere quello di giugno e quindi non aggiornato… tutto questo in una lunga discussione con una serie di risposte del segreventiduevirgolazero%   e del revisore e con interventi vari di bressan e anche della consigliera capuzzo e del consigliere andreetta
a questo punto dopo un’ora e mezza, nella quale si era preso comunque la sua parte ma sicuramente non contento il consigliere bressan da inizio a quello che a nostro avviso sembra essere uno show elettoralistico che durerà circa un’ora presentando ben quattro emendamenti al bilancio …
si proprio lui che in vari passaggi aveva criticato l’amministrazione, essendo prossime le elezioni, per un atteggiamento troppo attento al consenso elettorale chissà se forse  lo show era per quel  spettatore, tale “segretario di partito”, presente per un po’ in consiglio? …
non sappiamo,  ma ci frulla in testa una domanda: ha forse deciso di ricandidarsi di nuovo a sindaco?  e questa volta supportato dalla “lega salvini premier”? …
… noi, da cittadini spettatori, ci permettiamo di dire che non si conduce un consiglio in questo modo … va bene presentare un emendamento e magari anche il secondo ma a fronte della bocciatura del primo e del secondo vien da se che saranno  bocciati anche gli altri, e allora che senso ha presentarne altri due?  se si insiste qual’è l’obbiettivo? forse per mettersi in mostra ? o  come dirà lui stesso nella dichiarazione di voto per “provocazione”?
ma riteniamo che nessuno provoca se non  ha uno scopo magari recondito …
… il consigliere bressan presenta il primo emendamento con il quale chiede di spostare 6.000 euro da “servizi generali” a “ordine pubblico e sicurezza” … diminuire la spesa relative a “sport e tempo libero” di 7.500 euro aumentando anche le tariffe delle palestre comunali destinando i 7.500 euro e il maggior ricavo “al servizio di vigilanza” … aumentando così la sicurezza nel comune …
… ci sono degli interventi dei consiglieri capuzzo e andreetta e anche del sindacotto

Si vota il primo emendamento .
Maggioranza contraria tranne fellet che si astiene.
Bressan e Gava favorevoli.
Andreetta e Capuzzo astenuti

… il consigliere bressan presenta il secondo emendamento che prevede di assegnare dei contributi per il trasporto agli studenti che frequentano gli istituti superiori di famiglie con almeno un figlio che frequenti le scuole di gaiarine e uno iscritto alle scuole fuori comune spostando 5.000 euro da “servizi generali” a “istruzione e diritto allo studio ”
andreetta si dice favorevole

Si vota il secondo emendamento.
Maggioranza contraria
Andreeta, Bressan, Capuzzo e Gava favorevoli

… il consigliere bressan presenta il terzo emendamento che prevede di ridurre la spesa prevista per “politiche giovanili sport e tempo libero” di 3.000 euro e di aumentare le tariffe delle palestre comunali e destinare queste cifre a “soccorso civile e protezione civile” tramite un contributo da elargire all protezione civile per il mantenimento delle attrezzature
… si innesca una discussione con interventi della consigliera capuzzo che contesta a bressan il fatto di voler togliere soldi alle attività per i giovani … dell’assessore presotto … del sindacotto

Si vota il terzo emendamento.
Maggioranza contraria.
Bressan e Gava favorevoli.
Andreetta e Capuzzo astenuti

… il consigliere bressan presenta il quarto emendamento che prevede di ridurre la spesa prevista per “politiche giovanili sport e tempo libero” di 3.500 euro e di aumentare le tariffe delle palestre comunali e destinare queste cifre a “istruzione e diritto allo studio” per erogare delle borse di studio agli studenti del comune che si sono laureati con ottimi voti nell’anno accademico precedente…
… intervengono  andreetta e capuzzo che contesta a bressan il fatto di voler togliere soldi alle attività per i giovani … prendono la parola anche l’assessore presotto … e  il sindacotto che afferma come la sua amministrazione già eroghi le borse di studio più alte dei 95 comuni della provincia di treviso
… chissà se è vero?
… poi interviene di nuovo andreetta … alla fine…

Si vota il quarto emendamento.
Maggioranza contraria
Andreetta e Bressan favorevoli.
Capuzzo e Gava astenuti.

… e finalmente si arriva alle dichiarazioni di voto …

… parte bressan e non poteva essere altrimenti ,,,

…«…i quattro emendamenti erano una provocazione per far discutere questa maggioranza silente … la sensazione che proviamo da cinque anni è di delusione per mancanza di strategia …delusione per mancanza di visione … delusione perché questa maggioranza non sappia e non voglia decidere   dove portare il comune di gaiarine o non vuole sapere dove andare … non ha lanciato una sfida per il futuro … scorrendo il bilancio si capisce la voglia di “tirare” fino a fine mandato e di fare quadrare i conti per non sforare il patto di stabilita … queste considerazioni nascono dal fatto che disseminati come bilie sulla sabbia ci sono importi di pochi euro che sembrano essere messi per pareggiare le poste in gioco … e che sono spesso disallineate rispetto il dup … mancano interventi decisi sul sociale sulle attività economiche sulle scuole sul territorio … manca una riduzione fiscale … non si rende appetibile il nostro territorio … chiedo a lei signor sindaco cosa pensa dello sviluppo del nostro comune? …cosa vuole lasciare per il futuro ? ci auguriamo che i consiglieri di maggioranza abbiano letto i documenti di questo bilancio e se non l’hanno fatto lo facciano nei prossimi giorni e facciano sentire il loro dissenso (spot elettorale per agganciare i consiglieri della attuale maggioranza?) …una maggioranza che porta le proprie idee può far crescere la democrazia nel nostro comune che ne ha davvero bisogno …manca una strategia economica che riduca gli sprechi … tutto questo per ridurre le aliquote vendesia beneficio dei cittadini .. il bilancio si regge sulle delle alienazioni che non saranno mai fatte … sono cifre per far tornare i conti …se avesse messo da parte l’orgoglio e si fosse messo ad ascoltare i molti consigli delle minoranze … lei la settimana scorsa aveva detto che avrebbe avuto piacere che il bilancio fosse approvato all’unanimità … e che era disposto a recepire i suggerimenti delle minoranze … bene ritiri il punto all’ordine del giorno coinvolga le minoranze nella revisione del bilancio … per lasciare alla prossima amministrazione una programmazione con la P maiuscola … anche perché per l’approvazione del bilancio c’è tempo fino al 28 di febbraio …. fin caso contrario il nostro voto sarà contrario …» …

… dichiarazione di voto di andreetta «… è interessante quanto proposto da bressan … dato che non c’è mai la possibilità di collaborare … sarebbe stato bello rinviare  …» …
lo interrompere il sindacotto dicendogli … «… non andare da destra a sinistra …» …
andreetta … «… stavo dicendo che l’assenza di contrasti per esempio sulle opere pubbliche poteva far nascere qualcosa di buono … ma voi avete deciso tutto in separata sede … qui si viene solo
LaMaggioranzaInConsiglioComunale per alzare la mano … molte cose sono già state dette da bressan e anche dalla capuzzo … sono costretto a ripetermi … si parlava di finanziamenti … bene a luglio è nata “terre d’acqua” formata da una ventina di comuni alcuni nostri confinanti … quello è un modo per diversi comuni di accedere ai contributi …» …
il sindacotto lo interrompe di nuovo … «… non hanno incassato nulla …»…
andreetta … «…se lei mi butta all’ortiche queste cose .. ci si può ride sopra come fa lei … ma aldilà di quanto hanno incassato questa è l’unica maniera per recuperare risorse … risorse europee … continuare nel nostro piccolo è suicida …credo che la cosa sia abbastanza oggettiva e noi siamo fuori … sui costi della palestra … l’assessore dice che con le nostre tariffe orarie siamo fuori mercato… non voglio entrare nel merito … ma vogliamo fare concorrenza a quelli del friuli che hanno più risorse? … ci siamo impegnati qualche anno fa su una cosa (la palestra) … che sempre di più si dimostra una vera palla al piede di questo comune … la discussione sul bilancio ha
Stats-checking-intro messo in evidenza come da una tabella all’altra i dati siano discordant i … cosa che avevo rilevato negli anni precedenti …finalmente si è capito che siamo in presenza di una amministrazione che boh … salta fuori che perfino il revisore non capisce a fronte di un documento fatto prima fatto dopo … figuriamoci come possiamo capire noi anche con la più buona volontà … non è un fatto formale … passate sul bilancio così… tutti gli anni la stessa cosa …non siamo in mano a gente che ruba .. però non capisco guardando una determina perché quella cosa costi così tanto … poi ti trovi davanti alle spese condominiali di albina bisogna cambiare … stasera è stato illuminante perché abbiamo visto che le cifre sono messe più o meno per far tornare i conti … quindi con piacere voterò contrario… » …

prende la parola la coprassi-riferimento-uninsigliera capuzzo … «… nel mio lavoro faccio la consulente di sostenibilità alla aziende e alle istituzioni … la sostenibilità si esplica in  sostenibilità ambientale sociale economica e di governance … quindi la sostenibilità è un argomento che viene usato da tutti ed è alla base del presente e del futuro … le istituzioni onu, europa e il nostro governo ci indicano che le scelte delle aziende debbono essere in linea con la sostenibilità … perché non è più possibile essere insostenibili … alla baseascorto c’è l’ascolto dei portatori di interessi … per noi i cittadini per una azienda i fornitori ecc. … perché ascoltando si possono trovare le risposte e dare le soluzioni … qui l’ascolto non c’è … non è un caso che le forze politiche che ci governano sono quelle che hanno ascoltato di più i cittadini italiani .. in questo comune, in questi cinque anni, non c’è stata nessuna forma di ascolto … in mancanza di ascolto non c’è visione e questa non è la solita frase fatta … ascoltare i giovani … ascoltare le aziende …… formazione del personale del comune 3.000 euro … 1.500 euro per acquisto libri … nessuna politica sull’accoglienza … ci sarebbero delle azioni che questo comune avrebbe potuto fare per garantire … la sostenibilità sociale aumentando i conti per le politiche per le famiglie … la sostenibilità ambientale dato che questo comune si è sempre fatto guidare nelle scelte di gestione del territorio dagli interessi economici avrebbe potuto farsi guidare anche da interessi ambientali … sostenibilità di governo anche questa sera abbiamo avuto la prova che non c’è comunicazione … neppure con il revisore che era all’oscuro delle osservazioni della corte dei continon c’è comunicazione tra di noi prima di una proposta … quindi i quattro tasselli ( sostenibilità sociale ambientale di governance ed economica) di una gestione efficace e sostenibile non sono applicati … mi chiedo questo comune dove va? … le cose cambiano … e se non abbiamo idea di dove andiamo fra tre anni come si fa a rispondere a cambiamenti repentini … abbiamo delle responsabilità … quindi voto contraria ma con rammarico  … nessuna cosa da noi detta è stata recepita … non abbiamo proposto cose assurde …sono proposte in ottica di sostenibilità …bisogna pensare non solo all’oggi ma anche al futuro … siamo andati indietro … spero che la prossima amministrazione capisca e faccia qualcosa … mi dispiace ma voterò contraria» …
il sindacotto con il solito sorrisino per prendere in giro la consigliera … «…consigliera capuzzo la ringrazio della sua lezione … se mi vuole assumere cercherò di imparare …»
pensiamo che non serva commentare questa frase essendo essa esplicativa e sintomatica  …

… diciamo solo che essa potrebbe essere l’epitafio da incidere nella storia di questa amministrazione e del suo sindaco … che di cose da imparare ne ha proprio tante …

… la consigliera gava … «…voterò contraria per scelta politica …» …

Si vota.
Maggioranza favorevole.
Andreetta, Bressan Capuzzo e Gava contrarii.

cosa dire?  che cosa volete sentirvi dire? …
basta-mafalda-256x300che è forse giunta l’ora di dire basta … e fra quattro mesi cambiare …
… ma non votando coloro che hanno cinque anni fa contribuito a far eleggere questa amministrazione e questo sindaco …

… anche questo ci pare ovvio …

 

Condivi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Consiglio comunale giovedì 27 dicembre 2018: La Cronaca

Immagine

Cogliamo l’occasione per porgere gli auguri di buon anno a tutti i cittadini di Gaiarine.
A maggio di quest’anno ci saranno le elezioni amministrative, auguriamo al Comune di Gaiarine un’amministrazione che cambi passo rispetto a quella attuale, che governi con trasparenza, lealtà, rispettando i diritti di tutti, avendo particolare attenzione all’ambiente, alla salute, alla qualità della vita dei propri cittadini.
Che sappia trovare un equilibrio tra sviluppo e sostenibilità.
Spetta a noi, cittadini, fare del 2019 il “nostro” anno.

Premessa.
Consiglio lunghissimo.
Quattro ore e 40 minuti + l’ultimo punto all’ordine del giorno al quale non abbiamo assistito.
Consiglio lunghissimo, stancante, sfinente e a tratti davvero noioso.
Lunghissimo per volontà delle minoranze.
Allunb2533d58e6c7dd68f02bd90c80891534gato con strategica volontà soprattutto dal consigliere bressan.
Ma si sa che i brodi “lunghi” alla fine non fanno una buona minestra.
Si c’eran
o tutte le buone ragioni.
E’ un dato di fatto che questa sia una amministrazione “incapace”, restia alle prassi democratiche, con una struttura organizzativa degli uffici ormai in via di disfacimento, e che quindi gli allegati agli atti che vengono portati in consiglio, soprattutto relativi al bilancio, contengano quasi sempre errori, incongruenze, che sfuggono naturalmente anche all’unica dell’amministrazione, l’assessore al bilancio de zan, che almeno gli atti li legge e che, ultimamente, cerca di venire in consiglio preparata.
E’ un dato di fatto che i bilanci approvati da questa amministmafalda-passato-presente-futuro2razione siano sempre uguali e senza una visione strategica, senza un cambio di passo, senza un senso di futuro.
E’ un dato di fatto … ecc.
Ma tutto questo poteva essere messo in evidenza con qualche stringata esposizione invece di darsi alla “teatralità” e aldis e torna dirche non serve a nessuno.
Dall’altra parte un sindaco che non smentisce mai se stesso e che con le solite frasi fuori luogo dimostra, quasi sempre, di non essere un “uomo” delle istituzioni conscio del proprio ruolo, ma uno che dopo quasi cinque anni spesso manca ancora di rispetto ai consiglieri di minoranza, rispetto che, come vedremo più avanti, richiede giustamente per se in qualità di “primo cittadino” del comune.
Questo sdoppiamento di “atteggiamento”  ci peoccupa.

Entriamo in cronaca.
ci si guarda intorno … manca l’assessore de zan… se non si presentasse potrebbe “saltare” il consiglio in quanto le minoranze potrebbero abbandonare l’aula e a quel punto non ci sarebbe il numero legale … passa un paio di minuti … parte qualche telefonata .. ma eccola che arriva … sospiro di sollievo della maggioranza… finalmente si parte …
si fa l’appello.
Assenti: Daniel e Fracassi (vedi qui)

… il sindacotto ringrazia il revisore del conto presente in consiglio per rispondere ad eventuali domande dei consiglieri …e prima che possa da corso al primo punto all’ordine del giorno viene interrotto dalla consigliera gava che chiede la parola avendo un’interrogazione urgente da fare …
… il sindacotto le concede la parola …
gava … «… visto quello che sta succedendo nell’ultimo mese nel territorio … più furti nella stessa serata …volevo sapere quale strategia sta pensando di attuare …»
sindacotto … «…come viene riportato nella tribuna di oggi il controllo del territorio spetta ai carabinieri … quando rientriamo il 7 di gennaio farò girare i vigili due volte alla settimana di sera   … questi furti non sono solo a gaiarine … sono sempre in contatto con le forze dell’ordine … i carabinieri sono dispiaciuti per quanto sta succedendo … pattugliano con due loro macchine … più una civile … non capiscono cosa sta succedendo e non capisco neanch’io … bisogna anche noi pensare agli allarmi … e magari con i vicini controllare … »
gava … «… Locandina_Sicurezzanon sarebbe il caso di fare qualche incontro pubblico per spiegare alla gente cosa debba fare … far capire cosa fa l’amministrazione … e rassicurare quei cittadini che hanno subito i furti … e avvisare gli altri che potrebbero essere soggetti ad un furto … »

sindacotto …  «…quello che mi dispiace … è che un segretario politico (giuseppe fantuz segretario della lega-salvini premier di gaiarine ) abbia organizzato a casa sua un incontro con le forze dell’ordine e con i cittadini … senza avvisare il sindaco … io la ritengo una iniziativa politica che non mi va tanto giù … essendo il sindaco primo cittadino per la sicurezza del paese … sarebbe stato onesto e corretto avvisare … io posso anche condividere … ma la casa dei cittadini è il municipio … non è a casa privata di tizio …se qualcuno ha qualche idea ben venga … la propone … » …
gava … «… lei fa questa riflessione dopo quello che ha sentito … ma è venuto qualche cittadino a dirle di questo problema … »
sindacotto
«… no nessun cittadino è venuto… »
gava … «… e lei se lo chiede il perché … magari sono andati da un privato cittadino …» …

sindacotto … ( un po’ alterato) … «… cosa vuole insinuare? …» …
gava … «… niente …» …
sindacotto …«… le porte del municipio sono aperte a tutti … vuol dire che a nessuno interessava informare il primo cittadino … sono stato informato dagli organi competenti … comunque è vergognoso quello che ha fatto questo cittadino… e chiudo …» …
gava … «… …» …
sindacotto
… «… chiuso …»
prende la parola il consigliere andreetta … « … una domanda … lei sta dicendo che i carabinieri sono andati a una riunione in una casa privata? » …
sindacotto … «… si … ho saputo che i carabinieri sono stati invitati da un segretario politico … sono andati a una riunione in una casa privata   … io l’ho saputo stamattina … c’era anche qualche consigliere …» …
… consigliera capuzzo … «… io …» …
sindacotto … «… c’erano i carabinieri … e questo mi fa restar male …non è corretto che un organo di sicurezza vada ad una riunione in una casa privata … » …

andreetta … «… la cosa mi ha colpito … alla prima occasione chiederò al maresciallo …» …
capuzzo … «… io c’ero   … in buona fede … non ho visto macchinazioni politiche … il maresciallo ha voluto presenziare per mettere pace negli animi di questi cittadini preoccupati… io sono dalla parte come il maresciallo di queste persone preoccupate …il maresciallo ha dato delle indicazioni di buon senso … io sono andata come cittadina … perché nella mia via ci sono stati quattro furti …»
sindacotto … «… le ripeto che sono rimasto disgustato di quanto accaduto oggi … e chi ha organizzato dovrebbe vergognarsi …»

… dal pubblico il segretario politicIl-mondo-è-così-strano.-Le-persone-si-vantano-per-quello-di-cui-dovrebbero-vergognarsi.o in questione … «…mario … informati …»

sindacotto … «… silenzio … non è stato nominato …»
… dal pubblico il segretario politico in questione … «…informati meglio …» …

sindacotto ... «… signor segretario faccia silenzio…» …

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.
Assodato che tutti sono liberi di organizzare tutte le riunioni che vogliono e che a queste, in tutta libertà, qualsiasi persona può decidere di partecipare o non partecipare, ci mancherebbe altro …

… ma … ma …index
 Andiamo per ordine.
Noi che non siamo mai stati teneri con questo sindaco e questa amministrazione e che probabilmente non lo saremo neppure in futuro, dobbiamo, in questo caso, affermare con forza che il sindaco ha ragione da vendere, e che è comprensibile il suo disgusto.
E’ chiarissimo, per chi ha un minimo di capacità critica, che giuseppe fantuz, segretario della lega-salvini premier, ha organizzato, magari assieme ad altri, la riunione anche per fini di consenso politico, come per fini di consenso politico è stata presentata l’interrogazione urgente della gava.

L’occasione per indire la riunione a casa sua (le serre), cavalcare la questione e presentare la lega come il partito che difende l’ordine pubblico è nata dal fatto che i furti sono stati eseguiti sia in via terraglio, dove il fantuz abita, che nelle vie vicine, e questo gli ha permesso di porsi come un semplice cittadino che si occupa dei problemi dei cittadini e non come segretario della lega, ma rimane chiaro che lo scopo principale era  quello di ottenere consenso per il suo partito.

Se tale riunione non avesse avuto questo scopo, ricordiamoci che le elezioni sono alle porte, il sindaco sarebbe stato avvisato e invitato, vignetta-sindacoma questo non è stato fatto, dato che l’eventuale presenza del sindaco cappellotto, scaricato dalla lega, avrebbe ridotto la portata dell’iniziativa a favore della lega stessa, in poche parole non si voleva il sindaco tra i piedi.

E’ evidente che dal punto di vista istituzionale questo è uno sgarbo molto ma molto grave fatto al primo cittadino ma anche a tutti i cittadini del comune e anche a quelli presenti alla riunione.
Un segretario politico dovrebbe conoscere e applicare un minimo di “galateo istituzionale

Se ci pensate su, la cosa è ancora più grave per il fatto che questi pretenderebbero domani di governarci.
Se tanto mi da tanto come tratterebbero il consiglio comunale? Le minoranze? Che rispetto avrebbero dei ruoli istituzionali?

Veniamo al maresciallo, che sia ben chiaro può andare dove vuole, parlare con chi vuole, come d’altra parte la stessa cosa può fare il segretario politico citato prima.
Noi, rimanendo alle parole del sindaco che in consiglio ha riferito di essere venuto a conoscenza dell’incontro dall’articolo apparso sulla tribuna la mattina del 27, giorno del consiglio, dobbiamo purtroppo constatare che il sindaco non è stato avvisato neppure dal maresciallo.

Se così fosse ci chiediamo se è mai possibile che un maresciallo partecipi ad una riunione privata “di ordine pubblico” senza chiedersi se ci sarà anche il sindaco? o comunque a prescindere da tutto e da tutti non lo avvisi egli stesso o non faccia in modo che venga invitato.
Se effettivamente le cose sono avvenute come le abbiamo capite siamo di fronte ad un altro “sgarbo” istituzionale e ancora una volta ha ragione il sindaco ad indignarsi.

Ai  consiglieri presenti all’incontro ci permettiamo di ricordare che ricoprire la carica di consigliere equivale ad assumere una ruolo istituzionale, e che tale ruolo non può essere utilizzato a piacimento: ora sono un semplice cittadino un minuto dopo sono un consigliere comunale.
Non funziona così.
Sono un semplice cittadino nel mio privato e forse neppure li, ma consigliere sempre e comunque in tutti gli altri luoghi, fino alla scadenza del mandato.
Questo vale per tutte le cariche istituzionali dal Presidente della Repubblica, fino all’ultimo consigliere comunale del più piccolo comune d’Italia.

Mettiamo in evidenza questa cosa perché molte volte abbiamo richiamato e richiamiamo il sindaco al suo ruolo e pertanto è corretto, per par condicio, richiamare anche i consiglieri al loro.

Sottoliniamo pertanto che se un consigliere partecipa ad un incontro, come quello di cui stiamo dibattendo, non vi parteciperà mai da semplice cittadino, e quindi prima di decidere la sua partecipazione, avrebbe dovuto valutarne attentamente lo scopo che in questo caso, vista la non presenza del sindaco, era evidentemente anche di  accaparramento di consenso.

Al sindaco che si é lamentato del fatto che “il primo cittadino” non è stato né avvisato né invitato, dopo averlo difeso,   rammentiamo però questo proverbio: “chi di spada ferisce di spada perisce” e conseguentemente gli chiediamo:
Quante volte egli abbia in questi quasi cinque anni, e perfino in questo consiglio, mortificato i consiglieri di minoranza?
Quante volte egli  li abbia feriti moralmente?
Quante volte egli abbia usato nei loro confronti atteggiamenti arroganti e fuori luogo?

images Quante volte egli si sia dimenticato del suo ruolo di “super partes” e garante dell’intero consiglio comunale?
Quante volte egli abbia trattato in modo disparitario i suoi cittadini e perfino qualche associazioni del comune, negando diritti fondamentali?

 Quante volte le scelte effettuate sono state imposte da “cittadini” più “cittadini di altri?
Le domande sono ovviamente pleonastiche e le risposte non possono altro che essere: tante … tantissime … molte … moltissime …

… continua  …

 

Condivi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Convocazione Consiglio Comunale: Giovedì 27 dicembre 2018

Immagine

ll Consiglio Comunale è convocato per il giorno di Giovedì 27 dicembre 2018 alle ore 18.00 in seduta ordinaria pubblica di prima convocazione nella sala della sede municipale con il seguente ordine del giorno:

1. DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L’APPLICAZIONE
DELL’IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA “IMU” PER L’ANNO 2019;
2. DETERMINAZIONE ALIQUOTE PER L’APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI
INDIVISIBILI (TASI) PER L’ANNO 2019;
3. APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA BIENNALE DEGLI ACQUISTI DEI BENI E
SERVIZI 2019/2020;
4. APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE
2019/2021 E DELL’ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PUBBLICI 2019;
5. DETERMINAZIONE IMPORTO GETTONI DI PRESENZA DA CORRISPONDERE AI
CONSIGLIERI COMUNALI ANNO 2019;
6. ESAME ED APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2019/2021 E SUOI
ALLEGATI, DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) 2019/2021;
7. ADOZIONE DELLA 1^ VARIANTE AL PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO (P.A.T.) AI
SENSI DELL’ART. 14 DELLA L.R. 14/2017 – ADEGUAMENTO ALLE DISPOSIZIONI
DELLA L.R. 6 GIUGNO 2017 N. 14 E ALLA D.G.R.V. N. 668 DEL 15.05.2018;
8. RAZIONALIZZAZIONE PARTECIPATE AI SENSI DELL’ART. 20 DEL TESTO UNICO IN
MATERIA DI SOCIETA’ A PARTECIPAZIONE PUBBLICA (T.U.S.P.), COSI’ COME DA
ULTIMO MODIFICATO CON IL D. LGS. 16 GIUGNO 2017 N. 100.

Condivi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Consiglio comunale venerdì 30 novembre 2018: La Cronaca

Immagine

Premessa.
Bontà sua.maxresdefault

Finalmente un consiglio comunale convocato alle ore 20.30.
Dopo molteplici richieste delle minoranze, in quattro anni e mezzo, è il secondo a quest’ora (il primo nel 2016).
C’è da chiedersi: come mai?
Boh.

1. perché lui fa quello che vuole? e comunque il prossimo lo convocherà di nuovo alle 19.00hqdefault
2. perché il  segreventiduevirgolazero% non poteva prima? e comunque il prossimo lo convocherà di nuovo alle 19.00
3. perché fra poco è natale? e comunque il prossimo, anche se fosse il giorno di natale, lo convocherà di nuovo alle 19.00
4. perché pochi i cittadini presenti alle 19.00? e comunque il prossimo lo convocherà di nuovo alle 19.00 perché tanto erano pochi anche alle 20.30 (6 persone).

Boh. Staremo a vedere.

Tra il consiglio di fine ottobre e questo qualcosa si è mosso nella “politica” di gaiarine.
Tre dei quattro gruppi di minoranza hanno organizzato due riunioni pubbliche, una a gaiarine e una a francenigo, per rendere noto il loro operato ed esplicitare il loro “giudizio” sull’amministrazione che ci “governa” o per meglio dire ci “sgoverna” .

Un vero peccato la non presenza delle consigliere del gruppo della lega nord (tra l’altro non dovrebbe cambiare nome e chiamarsi lega salvini premier?), dato che , essendo state in maggioranza per circa due anni, avrebbero potuto portare qualche elemento di conoscenza in più sull’operato dell’amministrazione.

Da questi incontri, tra l’altro sufficientemente affollati, sono emerse, come era prevedibile, tutte le lacune di questa amministrazione, tante volte ribadite in consiglio comunale: come la mancanza di una visione strategica, il “disastro” della palestra double face, la riduzione o distruzione di servizi come il centro infanzia e la biblioteca, palestra e distruzione tra l’altro già iniziata dall’amministrazione precedente.

Come già riferito nella precedente cronaca, il sindaco, presente all’incontro di gaiarine, ha pubblicamente dichiarato che non si candiderà più.bella_notizia

E questa è una bella notizia, anzi bellissima.
 
D’altra parte la nostra critica politica non può far a meno di constatare che in questi quattro anni egli ha dimostrato, in innumerevoli occasioni, la sua inadeguatezza, la sua mancanza assoluta di trasparenza, la sua incapacità a comprendere e rivestire il ruolo di sindaco, la sua protervia e la poca predisposizione al rispetto delle regole democratiche.

Altrettanto pesante è la nostra critica politica nei confronti dei componenti della maggioranza che possiamo sintetizzare così: oltre che silenti anche incapaci..

Ora siamo pieni di macerie, un comune disastrato: sia all’interno del casa municipale (leggi personalart-2-Costituzionee e organizzazione) sia all’esterno, con servizi all’osso e da ricostruire, con un bilancio che permette poco, con diritti dei cittadini calpestati, come il diritto alla salute (leggi il non regolamento di polizia rurale)  e a vivere in un ambiente sano.

Poi invece ci sono i diritti rispettati, quelli di chi può “incidere” e che quindi può ottenere quello che vuole semplicemente perché “può”.

La ricostruzione è un lavoro faticoso, ma non impossibile.

I cittadini di gaiarine meritano un’amministrazione che, non solo sugli opuscoli elettorali, abbia una visione strategia dei servizi utili per cogliere le molte sfide e difficoltà dei tempi che percorriamo e per rendere la nostra comunità ambientalmente e socialmente sostenibile

Entriamo in cronaca.
Si fa l’appello.
Assenti: Capuzzo, Daniel e Fracassi (vedi qui)

1. Approvazione verbali seduta del 30 novembre 2018 (n. 34 e n. 35);
… il sindacotto, rivolgendosi ai consiglieri di minoranza, chiede se ci sono interventi …
… prende la parola il consigliere bressan chiedendo la votazione per singolo verbale in quanto relativamente al verbale 35 ha delle dichiarazioni da fare …
… il sindacotto accetta la richiesta e indice la votazione del primo verbale, il n. 34

Si vota
all’unanimità

…riprende la parola bressan«… bisogna riconoscere che nel verbale n. 34 c’è stata una puntuale verbalizzazione di quanto si è detto e per questo ringrazio il segretario … ma nel verbale 35 non è così … a parte qualche errore che va corretto … tipo … si scrive 35 euro invece di 35.000 euro (soldi per il braccio meccanico del trattore) … a parte questo manca parte del mio intervento … quanto da me detto sull’illuminazione di francenigo … non vengono riportate le risposte contraddittorie del sindaco e dell’assessore de zan … »

come da noi puntualmente “verbalizzato” nella precedente cronaca il sindacotto, alla domanda di bressan del perché non venisse più realizzata l’illuminazione in via bocca, aveva risposto “per scelta politica”, mentre la de zan aveva risposto per “scelta tecnica”

riprende bressan … «… questo siparietto andava verbalizzato … anche alcune osservazioni dei miei colleghi di minoranza e anche le mie relative al fatto che le variazioni di bilancio apportate sembravano essere “variazioni pre elettorali” non sono state riportate … c’è stato un dibattito piuttosto interessante … leggendo il verbale sembra che queste dichiarazioni non siano mai state fatte … »

… interviene il sindaccotto «… non c’è stato nessuna contrNasoneaddizione … tra me e la de zan … non c’è stato nessun siparietto …» … mente sapendo di mentire e anche un po’ alterato
«…non correggo il verbale …»
bressan prontamente … «… non ho chiesto la correzione del verbale … ma voterò contro … » …
interviene andreetta … «… io non parlo di siparietto … ma il verbale 35… ha delle lacune …»
la consigliera gava … «… condivido …» …

Si vota
maggioranza favorevole
Andreetta, Bressan e Gava contrari

2. Variazione al bilancio di previsione 2018/2020 ai sensi dell’art. 175
comma 5 d. Lgs. 267/2000 e suoi allegati.
… prende la parola l’assessore de zan che legge una ad una le variazioni …
… «… entrate … l’attività dell’ufficio tributi ha portato a maggior entrate irpef per 15.000 …»
bressan
«… trattandosi di quasi 15.000 euro, vorrei sapere se la cifra riguarda pochi accertamenti con cifre importanti o pure parecchi con somme piccole …»
de zan«… grandi e piccole de zan …»
andreetta
«… ha detto che sono accertamenti su 4 anni …»
de zan …
«…si tre/quatto anni …»… e continua «… maggior entrate per 1.700 euro per un rimborso dello stato … un aumento di 2.500 per pratiche edilizie … 2.500 per le carte d’identità elettroniche … questa cifra la troveremo anche in uscita nella spesa … per carte d’identità che andranno a scadenza entro il 31/12 … 68.000 euro per il servizio mensa … che troveremo anche in uscita per 78.000 euro … facendo l’appalto nuovo i genitori pagano direttamente l’azienda fornitrice … »
andreetta
« … vorrei fare un passo indietro e ritornare sulle carte d’identità… ha detto che la cifra è per le carte in scadenza entro il 2018 … questa variazione poteva essere fatta anche prima … »
de zan
«…è un discorso generale … se gli uffici hanno verificato a novembre la necessità di impegnare delle cifre … queste variazioni al 30 novembre è giusto farle anche per non trovarsi al 31/12 con avanzo di amministrazione … mi sembra giusto impegnare tutte le cifre possibili … »
andreetta
«… allora non mi sono spiegato … una carta d’identità costa 2 euro …»

de zan
«…no, 22 euro …»
andreetta
«… comunque stiamo parlando di un centinaio  di carte d’identità…»
sindacotto
«… stefano ti stai soffermando su delle piccolezze … andiamo avanti …»
ne nasce una acce
litesa discussione di cui riusciamo a riportarvi solo alcuni passaggi …
andreetta
«…no sindaco …»
sindacotto
«…andiamo avanti … andiamo avanti … dobbiamo stare qui un’ora a spiegarti … »
andreetta
«… siccome siamo qua a fare variazioni ogni mese … questa poteva essere fatta la volta scorsa …»
sindacotto
«…l’abbiamo fatta adesso …»
andreetta
«…si scalda per niente …»
sindacotto in tono perentorio rivolto alla de zan« … vai avanti …»

ormai non c’è nessuna parola da aggiungere a quanto più volte detto su questi atteggiamenti del sindacotto, non possiamo però ancora una volta non meravigliarci e chiederci cosa spinge una persona  che ha un importante ruolo istituzionalea a perseverare con atteggiamenti del genere  più volte stimmatizzati

…  si procede …
de zan …
«… euro ? ( non abbiamo capito la cifra) per il nuovo servizio svolto da Itaca per assistenza domiciliare… 2.100 euro per entrate cimiteriali … 770 euro contributo vigili del fuoco quote dell’anno scorso pagate a noi dagli altri comuni 50 per notifiche per altri comuni … 1.000 conto terzi … 4.984 per il censimento … euro ? contributo regionale per libri di testo … passiamo alle spese correnti … 1200 per manuteimage2nzione sede municipale… 1.000 euro per attrezzature… 4.000 euro per manutenzione veicoli comunali … 4.000 per acquisti materiali per operai … 11.000 + 4.4450 per adeguamento strumento urbanistico …1.000 euro per carburanti trattore … 1.300 euro spese telefoniche … 800 euro per laboratori per i bambini … 1.000 manutenzione scuola bus …3.100 per il cit per giroconto incentivi (fotovoltaico) … 1.000 per spese fotocopiatore … 2.500 per premi assicurativi… 2.500 per libri di testo … 500 per servizio internet scuola media … 500 contributo per genitori separati … 11.500 per energia elettrica … 78.000 per servizio mensa … 5.794 per rilevazione istat … carte d’identità abbiamo visto prima … 1.500 rimborso oneri di urbanizzazione …» …
il consigliere bressan chiede delucidazione in merito all’aumento di spesa sui due capitoli per le somme di 11.000 + 4.000 stanziate per lo strumento urbanistico che erano state tolte nelle variazioni portate in consiglio il 30 di ottobre …
de zan«… erano state tolte perché l’ufficio tecnico pensava di non poter portare il piano urbanistico in consiglio entro la fine dell’anno, ora invece sembra che ciò sia possibile … ha assicurato … »
bressan
chiede chiarimenti sui 11.000 euro di spesa in più per energia elettrica la de zan chiarisce che la spesa è per l’illuminazione pubblica non per scuole o altro…
bressan … «… l’altra volta c’è stata una variazione per le carte d’Identità di 2.700 in entrata e in uscita … questa volta …» …
de zan .…
«… ho chiesto anch’io …  mi è stato spiegatoche … gli uffici si sono resi conto che una parte dell’introito va al comune e una parte va allo stato … ora si sono sistemate le cifre tenendo conto di questo …
bressan
puntualizza … «…da quando sono partite le carte di identità elettroniche abbiamo fatto una serie di variazioni…» …
… il consigliere andreetta
«… il collega mi ha anticipato su 10.000 euro che prima mettete poi togliete … vorrei fare una domanda sperando che la risposta non sia “schizzata” ( si riferisce naturalmente alle risposte ottenute nel precedente intervento dal sindacotto, risposte sempre e comunque fuori luogo) … per lo strumento urbanistico c’è un motivo perché la prospettiva è cambiata…
de zan
«… no … i tecnici ora pensano di poter fare entro la fine dell’anno …» …
andreetta … «… si può sapere qualcosa di più su questo
strumento urbanistico? …» ..
sindacotto …
«… alla presentazione …  discuteremo netrasparenza-300x156l merito …»

e viva la trasparenza

.…andreetta«… speriamo non ci sia la sorpresa sotto l’albero di natale …»
 .…bressan per la dichiarazione di voto …  «… che dire … in questi anni siamo ormai abituati ad avere frequenti variazioni di bilancio  … in tutte le dichiarazioni di voto del mio gruppo uniti per gaiarine abbiamo usato tre frasi … “far tornare i conti” … “cifre buttate a caso …”mancanza di pianificazione strategia“… una schizofrenia da bilancio … facciamo una variazione il 30 ottobre … torniamo il 30 novembre … anche se si sono verificati degli eventi puntualizzati dall’assessore de zan … certe cifre potevano essere gestite nella precedente variazione … l’altra volta avevo detto che si trattava di una variazione di bilancio preelettorale … e annacquare quelle cifre all’interno di queste minutaglie penalizzava lo scopo di quella variazione …     … è grave affermare che ci si è accorti a novembre che solo una parte delle somme per le carte di Identità sarebbe rimasta nelle casse del comune… il fatto di mettere cifre così sembra servire per fare quadrare i conti … anche per il piano regolatore a distanza di un mese prima eravamo in ritardo nella consegna e spostiamo 10.000 euro e ora a distanza di un mese ne spostiamo 15.000 … 5.000 in più … questo ci lascia qualche perplessità … come gli incentivi gse gli abbiamo incassati l’altra volta ma escono questa volta … servivano per far quadrare i conti … spero che il prossimo previsionale sia un bilancio che tiene conto dell’esperienza di questi 4 anni e riporti cifre di un’analisi dei capitoli di spesa che possono essere calcolate con anticipo … ripeto questa variazione poteva essere accorpata alla precedente o viceversa … è una variazione che sostanzialmente serve per fare tornare i conti … il voto del gruppo sarà contrario …

prende la parola il consigliere andreetta che ringrazia il sindacotto non abbiamo capito per cosa … al ché il sindacotto risponde .… «… basta che non te vae fora dal seminato …»
ribatte andreetta «… sono un consigliere comunale … non si va fuori del seminato ma trovandoci sempre le stesse cose qualcosa di diverso bisogna pur fare … il collega bressan ha già detto quello che diciamo tutti quanti … mi è venuto in mente di andare a vedere in quest’ultimo anno cosa abbiamo fatto … dal 30 novembre 2017 al 30 novembre 2018 abbiamo votato 35 ordini del giorno escluse le approvazioni verbali … di questi 35 ordini del giorno
uno riguardava opere pubbliche …
… uno il regolamento sui giochi (macchinette per intenderci)
… due il piano di interventi del sindaco
… due le convenzioni segreteria comunale e revisore del conto

… quattro questioni edilizie di privati
… sei interrogazioni
… diciannove cioè il 54% hanno riguardato bilancio … bilancio … variazioni … variazioni … aliquote …
mi preme dire non che questi 19 su 35 siano tanti ma sottolineare l’assenza di altri argomenti … da qui viene fuori una povertà di idee di proposte … questa sera facendo il consuntivo di un anno è come una cartina di tornasole   … conferma quello che diciamo da tempo che questa amministrazione lavora sul mantenimento dello status quo … non guarda al futuro e dimostra di non avere alcuna idea e prospettiva di non andare aldilà del minuto mantenimento … il mio voto sarà contrario ….»
sindacotto (con sarcasmo) .…
«…la ringrazio infinitamente … grazie … prego consigliera gava …» …
andreetta ridendo si rivolge  al segreventiduevirgolazero%  …
«… scriva che mi ha ringraziato …» …
la consigliera gava dichiara il suo voto contrario

Si vota
maggioranza favorevole
Andreetta, Bressan e Gava contrari

si chiude in circa 40 minutmaceriei questo consiglio comunale  e non ci resta che aspettare il prossimo che potrebbe essereconvocato proprio in prossimità del natale e che potrebbe portarci qualche “regalo” a sorpresa per esaudire qualche “diritto” di chi “può” e magari calpestare i diritti di qualcuno che non “può”

chissà… non vi resta che venire a vedere …

Condivi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

Convocazione Consiglio Comunale: Venerdì 30 novembre 2018

Immagine

ll Consiglio Comunale è convocato per il giorno di Venerdì 30 novembre 2018 alle ore 20.30 in seduta ordinaria pubblica di prima convocazione nella sala della sede municipale con il seguente ordine del giorno:

1. APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA DEL 30 NOVEMBRE 2018 (N. 34 E N. 35);
2. VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018/2020 AI SENSI DELL’ART. 175
COMMA 5 D. LGS. 267/2000 E SUOI ALLEGATI.

Condivi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF